Featured Image

Workshop Il rent to buy

Nell’attuale contesto storico, il settore immobiliare ha risentito fortemente della profonda crisi economica e sociale del nostro Paese.

Le recenti rilevazioni statistiche, hanno dimostrato che la crisi dell’edilizia sta assumendo aspetti sempre più preoccupanti anche in considerazione della carenza di ripresa del comparto.

Si prevede una ripresa a partire dal 2015, con il 2014 che si concluderà come anno di transizione durante il quale si registrerà un’inversione di marcia.

A favorire questa inversione di marcia alcuni incentivi previsti nel Decreto legge “Sblocca Italia” (n. 133/2014), convertito in legge l’11 novembre 2014.

Prima della norma introdotta dall’art. 23 del D.L. 133 del 12 settembre 2014, la gestione dei contratti che prevedevano la concessione del godimento dell’immobile cui, poteva far seguito il trasferimento di proprietà, era regolata in vari modi, con il ricorso a varie forme contrattuali più o meno tipiche.

Si poteva stipulare un contratto di locazione insieme ad un atto per concessione di un diritto di opzione, ovvero con un contratto preliminare, si stipulavano contratti con riserva di proprietà o qualsiasi altra soluzione conducesse , nel miglior modo possibile, al risultato finale desiderato.

A seguito dell’attuale stato di crisi, delle crescenti difficoltà per le famiglie ed imprese di ricevere credito e finanziamenti dagli istituti bancari, il legislatore ha pensato di “ regolamentare” tale fattispecie economica, già nella prassi esistente, al fine di consentirne una maggiore diffusione a fronte di una struttura contrattuale regolamentata che fornisse maggiori garanzie alle parti coinvolte.

Il contratto Rent to Buy sembra essere una delle soluzioni più appropriate per affrontare il nuovo scenario creatosi nel settore immobiliare.

Questa nuova tipologia contrattuale, se applicata al settore immobiliare residenziale, permette di entrare subito nell’abitazione scelta, dapprima in locazione (Rent) e successivamente nella piena proprietà (Buy).

Share: